Associazione Nazionale Funzionari di Polizia
Area riservata
Login
Password
  Nuovo Utente? Registrati
 
  Password smarrita? clicca qui
 
Motore ricerca documenti
 
inserisci il testo da cercare
 

Clicca per visualizzare tutte le vignette

Videogallery
Stadi: concorso club a spese straordinario. Intervento a RaiNews24 - 2 ottobre 2014









Sondaggi

  Vai all'archivio sondaggi
 
- 23/12/2013
PROGRESSIONE IN CARRIERA

Nel corso degli anni, l’ANFP, ha evidenziato con forza l’imprescindibile necessità di una radicale modifica dei criteri proposti dall’Amministrazione, in un’ottica di reale valorizzazione della specifica professionalità maturata dai singoli nel corso della carriera, oltre che di principi di elementare imparzialità, meritocrazia e trasparenza.
Tuttavia, anche per il prossimo triennio, si mostra di ignorare le pur legittime istanze dei funzionari della Polizia di Stato, sul cui quotidiano sacrificio e sul cui senso di responsabilità si regge innegabilmente gran parte del sistema. E quel che è ancor più grave, si mostra, altresì, di non considerare i danni che derivano da una simile impostazione, sia in termini di irrimediabile compromissione della motivazione e delle aspettative dei singoli, sia in termini di effettiva individuazione delle migliori risorse disponibili per l’accesso alla dirigenza e la successiva progressione all’interno della stessa.
Il sistema attuale non premia i migliori, se non raramente e per mera contingenza.

  Vai all'archivio approfondimenti
 

 
Vai al sito


 
Condividi in Facebook   Condividi in Twitter   Invia Mail
LAMPEDUSA: INTERVISTA DI LETIZIA AD IMMIGRAZIONEOGGI
LAMPEDUSA: INTERVISTA DI LETIZIA AD IMMIGRAZIONEOGGI
Espulsioni per tutti i tunisini approdati a Lampedusa, come chiede il ministro Maroni, oppure la protezione umanitaria prevista nell’articolo 20 del Testo Unico sull’Immigrazione; i nuovi flussi provenienti dalla Libia e l’accoglienza degli immigrati nelle regioni italiane. Sono alcuni dei principali temi che ImmigrazioneOggi ha approfondito nei podcast con monsignor Giancarlo Perego, direttore della Fondazione Migrantes, Enzo Letizia, segretario dell’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia, Daniela Pompei, responsabile immigrazione della Comunità di Sant’Egidio e Flavio Di Giacomo, portavoce dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni.
Letizia ha ricordato l’azione delle forze dell’ordine impegnate nell’affrontare l’emergenza e non ha escluso che “tecnicamente”, con la collaborazione del Governo tunisino, “le espulsioni siano fattibili anche in tempi brevi”. Il dirigente si è dichiarato contrario al rilascio dei permessi di soggiorno in quanto costituirebbe un fattore “di pericolosa attrazione”.
Di diverso parere gli esponenti delle due organizzazioni cattoliche che hanno invece proposto l’adozione della procedura di protezione umanitaria. Per Daniela Pompei, gli arrivi dalla Tunisia “non sono così diversi da quelli che in passato hanno caratterizzato albanesi, somali e cittadini dei Paesi dell’ex Jugoslavia e che hanno beneficiato di tale protezione”.
Monsignor Perego ha inoltre ricordato l’impegno della Chiesa siciliana nell’accoglienza e, pur approvando la distribuzione dei migranti nelle tendopoli, ha chiesto che venga considerato un intervento momentaneo sollecitando il Governo a predisporre misure per l’integrazione e la regolarizzazione.
Il portavoce dell’OIM, Flavio Di Giacomo, si è soffermato sugli sbarchi avvenuti negli ultimi tre giorni, tutti provenienti dalla Libia e che riguardavano africani sub-sahariani. Di Giacomo ha inoltre ricordato l’impegno dell’OIM a Lampedusa, con il programma Presidium, e nei campi di accoglienza di Tunisia ed Egitto confinanti con la Libia.

Roma ,31 marzo 2011
Condividi in Facebook   Condividi in Twitter   Invia Mail

 

 

19/03/2014    LA STAMPA: ALFANO NON SI FACCIA DETTARE L'AGENDA DELLA SICUREZZA DAI RAGIONIERI
19/03/2014    CONVEGNI: LA PREVENZIONE ED IL CONTRASTO DELLA VIOLENZA DI GENERE E DOMESTICA
18/03/2014    WORKSHOP: LA POLIZIA DI STATO. EVOLUZIONE, CRITICITÀ E PROSPETTIVE
18/03/2014    RENZI E ALFANO NON SI FACCIANO DETTARE L'AGENDA DELLA SICUREZZA DAI RAGIONIERI
18/03/2014    IL SOLE 24 ORE: PIU’ RAPINE, PIU FURTI
18/03/2014    LIBERO: INARRESTABILE EMORRAGIA DI PERSONALE
18/03/2014    CONVEGNI: LE PROSPETTIVE DELLA SICUREZZA IN ITALIA
17/03/2014    CHIUSURA UFFICI: BLOCCO TURN OVER CONDURRA' A SCELTE ANCORA PIU' DOLOROSE
17/03/2014    CORRIERE DELLA SERA: FORZE DELL'ORDINE 40 MILA IN MENO
14/03/2014    CHIUSURA UFFICI: E' LA CONSEGUENZA DEI TAGLI AGLI ORGANICI
14/03/2014    CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER IL PERSONALE DELLA P.S.: ESITO SEDUTA
13/03/2014    INDENNITA' DI COMANDO: ESITO RIUNIONE
13/03/2014    CAMBI TURNO E REPERIBILITA': ESITO INCONTRO CON IL DIPARTIMENTO DELLA P.S.
12/03/2014    RAI UNO "LA VITA IN DIRETTA" L'INTERVENTO DELL'ASSOCIAZIONE
11/03/2014    NOMINA CANTONE: PUO' IMPRIMERE SVOLTA
<<
>>
Notiziari
- 19/09/2014
COSTITUZIONE SEZIONE AUTONOMA SOCI AGGREGATI
L’art. 5 dello Statuto dell’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia prevede che possano farne parte, in qualità di soci aggregati, i Funzionari della Polizia di Stato in quiescenza o coloro i quali abbiano lasciato l’Amministrazione per occupare altre professioni, pubbliche o private...
  Vai all'archivio
 
News giuridiche

  Vai all'archivio News Giuridiche
 
Convegni
- 13/10/2014
L'AQUILA 13 OTTOBRE 2014 VIOLENZA DI GENERE, NESSUNO TOCCHI LE DONNE
Per "violenza nei confronti delle donne" si intende designare una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione contro le donne, comprendente tutti gli atti di violenza fondati sul genere che provocano o sono suscettibili di provocare danni o sofferenze di natura fisica, sessuale, psicologica o economica, comprese le minacce di compiere tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica, che nella vita privata.
  Vai all'archivio Convegni
 
Editoriale
- 02/10/2014
BLOCCO ECONOMICO: PRIORITA' E' STIPENDIO
Per quattro anni il blocco economico ha colpito tutti i colleghi: il giovane funzionario appena uscito dal corso, come tutti coloro che sono stati promossi alla qualifica superiore, coloro che hanno maturato il trattamento dirigenziale e persino coloro che sono andati in pensione. Martedì 7 ci aspettiamo che venga messa la parola fine al blocco stipendiale dal Presidente del Consiglio Renzi, che non si preveda nessuna proroga per il 2015 e che lo sblocco sia strutturale, come richiesto e come promesso. E ci aspettiamo, altresì, che si dica con chiarezza che il finanziamento dello sblocco economico non sarà attuato con le risorse già destinate al pagamento di indennità per il personale.
- 20/09/2014
BLOCCO ECONOMICO: PREVALE LA SPECIFICITA’



  Vai all'archivio Editoriali
 
Newsletter
 
inserisci la tua e-mail per iscriverti ed essere aggiornato
  Desideri cancellarti? clicca qui
 


testo su immagine

A.N.F.P. sede nazionale: 00157 Roma, Via Olindo Malagodi, 35
tel. 06.4386636  -  4393676  -  fax 06.4395083
segreteria.nazionale@anfp.it